L’AMBASCIATORE DELLO SPORT PARALIMPICO MICHELE PITTACOLO INCONTRA I RAGAZZI DELLA SCUOLA SECONDARIA

Famiglie, Notizie, Secondaria di primo grado – 10 giugno 2019

Spirito di resilienza e dedizione totale all’impegno, per rispetto verso se stessi e verso le persone per le quali si diventa un punto di riferimento.
Sono i due grandi temi che hanno animato l’incontro che Michele Pittacolo, Ambasciatore dello Sport Paralimpico, pluricampione del Mondo di paraciclismo su strada e pista e medaglia di bronzo a Londra 2012, ha avuto con gli studenti della scuola secondaria di 1° grado di Rivignano (Udine).

Per quasi due ore, il campione friulano ha raccontato la propria storia di uomo e di atleta ai giovani presenti in sala: dagli inizi agonistici in gioventù, fino al gravissimo incidente del 2007 che ha costretto Michele Pittacolo a subire diverse operazioni chirurgiche: da quel giorno, l’atleta di Bertiolo ha una placca di titanio in testa, la parte destra del cranio ricostruita in resina, grossi problemi alla mano destra, alla spalla sinistra, all’occhio sinistro, difficoltà di equilibrio e nel linguaggio. E, nonostante tutto ciò, non ha mai mollato, avvicinandosi allo sport paralimpico, àmbito nel quale ha conquistato successi personali in tutto il Mondo, fino ad arrivare a vincere la medaglia di bronzo alle Paralimpiadi e l’ennesimo titolo iridato, il sesto, trionfando a Maniago, nella sua terra, il Friuli, nell’agosto del 2018.

 Con una storia così, inevitabilmente la curiosità degli studenti ha prodotto domande a raffica, tanti quesiti, sia riguardanti l’aspetto sportivo, sia le classiche necessità di sapere tutto riguardo alla logistica della vita di tutti i giorni, l’impegno quotidiano in allenamenti e in tutte le attività di un atleta di livello mondiale.
Michele Pittacolo ha risposto a tutte le domande, soddisfacendo gli interessi di tutti gli studenti, che alla fine dell’incontro, organizzato dall’Istituto Comprensivo rivignanese in collaborazione con il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), hanno approfittato della presenza del Campione per strappare autografi e foto ricordo.
La mattinata ha dunque avuto un significato di rilievo per arricchire le conoscenze dei giovani alunni di Rivignano, aumentando la loro sensibilità verso tutto quello che riguarda la disabilità fisica e, soprattutto, il rispetto da osservare sempre e comunque verso tutti. L’esempio di Michele Pittacolo, l’umanità e la schiettezza dell’atleta friulano, la sua capacità di far arrivare il messaggio di resilienza e dedizione alla causa sono elementi che gli studenti di Rivignano si porteranno certamente nel cuore e nella testa.